La storia di myfoglio

La storia di myfoglio… in 4 passi

Passo 1 – Il problema “fattura”

Che siano emesse o ricevute, la parola “fattura” rimanda subito al tempo per compiere tutte le attività necessarie alla sua compilazione e alla successiva gestione amministrativa. Attività che per un lavoratore autonomo o una piccola e media impresa risultano spesso difficoltose e onerose in termini di tempo. E’ da qui che abbiamo cominciato a pensare a myfoglio.

Passo 2 – Snellire il business

Un’attività fondamentale come la fatturazione è in realtà causa di una grande dispersione di tempo dovuta alla continua ripetizione di una serie di azioni:

  • ricerca dei dati necessari alla compilazione;
  • inserimento dei dati in fattura;
  • invio della fattura al cliente e invio al commercialista per le dichiarazioni e verifiche fiscali;
  • verifica e correzione delle imprecisioni nello scambio documentale; registrazione della fatture;
  • inserimento della fattura in archivio.

Tante azioni indispensabili che non creano un valore aggiunto all’attività del professionista o dell’impresa ma distolgono l’attenzione dal business e dunque dal profitto.

Passo 3 – Da compito a condivisione

Gestire un business è già abbastanza complesso. E chi lo gestisce deve avere la possibilità di:

  1. creare una fattura in pochi secondi
  2. inviare la fattura al cliente in tempi rapidi
  3. archiviare il documento nel giro di qualche secondo

Per questo abbiamo pensato di rendere reali questi “pochi secondi” ripartendo le decine di micro azioni che ogni giorno vengono compiute. Partecipando a myfoglio ogni utente:

  • può entrare a far parte di un circuito allargato sul modello del social network
  • può ampliare la schiera dei propri clienti, consulenti e fornitori
  • può rendere la comunicazione e la circolazione delle informazioni tra gli iscritti più agevole come nei social network
  • può applicare le dinamiche dei social network ad un servizio di gestione amministrativa rendendolo cosi più ludico e semplice

Passo 4 – … e nel prossimo futuro

I prossimi passi saranno rivolti a massimizzare la user experience, anche attraverso il rilascio di app dedicate per le diverse piattaforme tablet e smathphone, e soprattutto della condivisione di ulteriori informazioni utili al tuo business sempre più basate sulle dinamiche dei social network denominate UGC ( user generated contents).
Ma non vogliamo svelarvi troppo, solo invitarvi a provare il servizio, seguirci nelle sue evoluzione e soprattutto a contattarci per dirci le vostre opinioni e le vostre proposte.